<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=631657&amp;fmt=gif">

Nexteco Blog

4 cose da sapere per la gestione del fresato d’asfalto come rifiuto

Pubblicato da Stefano Reniero il 27 agosto 2018

La gestione del fresato d’asfalto ha sempre suscitato parecchie perplessità e diversi punti di vista tra gli esperti del settore. Un po’ di chiarezza è finalmente stata fatta con la pubblicazione del DM 28 marzo 2018 n.69 "Regolamento recante disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto di conglomerato bituminoso ex art. 184 -ter, c. 2 del D.Lgs. n. 152/2006" (ne abbiamo parlato qui).

Ora vogliamo approfondire alcuni aspetti della gestione del fresato d’asfalto come rifiuto.

Leggi

EoW fresato d'asfalto: pubblicato il DM 28 marzo 2018, n. 69

Pubblicato da Stefano Reniero il 19 giugno 2018

Pubblicato il 18 giugno 2018 sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 139 il Decreto Ministeriale del MAATM 28 marzo 2018 n. 69 "Regolamento recante disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto di conglomerato bituminoso ex art. 184 -ter, c. 2 del D.Lgs. n. 152/2006". Leggi

Circ. 217758: la Regione Veneto interviene in materia di stabilizzazione a calce

Pubblicato da Stefano Reniero il 18 giugno 2018

La Regione Veneto con la circolare 217758 del 8 giugno 2018 interviene nel dibattito sulla stabilizzazione a calce delle terre quale normale pratica industriale.

Leggi

RAEE: cosa cambia a partire dal 15 agosto 2018?

Pubblicato da Giordano Cattelan il 4 giugno 2018

Il MATTM ha recentemente pubblicato una serie di “Indicazioni operative per la definizione dell’ambito di applicazione “aperto” del Decreto Legislativo n. 49/2014”, che recepisce la Direttiva 2012/19/UE in tema di Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE).

A partire dal 15 agosto 2018, infatti, è previsto un grande cambiamento nel campo di applicazione della normativa sui RAEE, con l’inclusione di molte apparecchiature prima non soggette alle specifiche disposizioni settoriali.

Leggi

Deposito temporaneo o messa in riserva? Ecco le differenze

Pubblicato da Stefano Reniero il 30 maggio 2018

Deposito temporaneo

I produttori di rifiuti speciali, come noto, devono prestare particolare attenzione alle condizioni richieste dalla normativa nazionale in tema di deposito temporaneo, per evitare di incorrere in pesanti sanzioni, sia penali che amministrative, come dimostrato da recenti sentenze della corte di Cassazione.

Leggi

Rifiuti in cantiere: 7 risposte alle domande più frequenti

Pubblicato da Stefano Reniero il 23 maggio 2018

La gestione dei rifiuti nei cantieri spesso ha dei punti poco chiari alle sostanziali differenze tra un’attività edilizia e le attività industriali che hanno ispirato la parte IV del D. Lgs. 3 aprile 2006, n. 152.

Ecco le domande più frequenti che ci pongono le imprese:

  1. In quali casi devo aprire una nuova unità locale?
  2. Il cantiere è soggetto ad iscrizione obbligatoria al SISTRI?
  3. Chi è il produttore del rifiuto?
  4. Ogni quanto devo effettuare le analisi di caratterizzazione dei rifiuti?
  5. Come posso effettuare il trasporto dei rifiuti?
  6. Devo tenere i registri di carico/scarico? Devo compilare il MUD?
  7. Come posso gestire il deposito dei rifiuti per non avere vincoli temporali?

Continua a leggere se vuoi conoscere le nostre risposte!

Leggi